San Filippo Neri in processione a Gioia del Colle

Festa patronale a Gioia del Colle

Il 26 maggio di ogni anno, a Gioia del Colle, in provincia di Bari, si celebra la festa patronale dedicata a San Filippo Neri.

Tradizionalmente la celebrazione prevede alcune messe dedicate, la processione della statua del santo, concerti della banda nella suggestiva collocazione di Piazza Plebiscito, circondata dalle luminarie che decorano con luci tutta la città. Lungo le strade si possono trovare le bancarelle che vendono di tutto: cibi, bevande, oggetti utili e tanto altro. Poco fuori dal centro abitato ci sono le giostre che attraggono i più giovani e non solo.

Il programma della festa è diverso ogni anno e spesso sono previsti eventi speciali ed ospiti musicali fino a spettacolari fuochi d’artificio nelle ore serali e notturne.

Ma chi era San Filippo Neri e come è nata la sua celebrazione a Gioia del Colle?

Filippo Romolo Neri nacque a Firenze nel 1515 e morì a Roma nel 1595. Fu un educatore che attirò a sé molti giovani, ragazze e ragazzi. Per il suo carattere giocoso fu chiamato anche il “santo della gioia” o il “giullare di Dio”.

A Gioia del Colle la sua venerazione inizia tradizionalmente nel 1731 dopo un tremendo terremoto che sconvolse la zona. Terremoto dal quale la città di Gioia del Colle si sarebbe salvata per essere ricorsa alla protezione e intercessione del santo.

Sin dal 1799  una Confraternita intitolata a San Filippo Neri svolge attività di culto e beneficenza, con sede nella Chiesa di S. Angelo. Nel 1961 una Scuola elementare  è dedicata A S. Filippo Neri,  scuola costruita dagli Amministratori comunali durante il periodo del fascismo e per questo inizialmente intitolata a Benito Mussolini.

Gioia del Colle e vari comuni della Puglia sono ricchi di tipiche feste, sagre e celebrazioni davvero curiose da visitare.

Durante i vostri giri turistici potreste aver bisogno di ristorarvi e riposare. Potete venire a trovarci per dormire in una delle nostre stanze o prenotare gustosi pranzi o cene.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *