Castello normanno svevo Gioia del Colle

Festa della Donna al Castello

L’8 marzo 2016, Nel Castello Normanno Svevo di Gioia del Colle, si è celebrata Giornata Internazionale della Donna, ricordando la donna e il suo ruolo nella storia, in un’iniziativa gratuita promossa dal Museo Nazionale Archeologico, con una visita guidata che coglie l’occasione di ricordare il valore del monumento federiciano e recuperare le nostre tradizioni storiche.

A partire dalla Sala del Forno anche noi dell’Agriturismo Regno di Marzagaglia siamo stati invitati a partecipare, mostrando la preparazione del pane e della pasta fresca con le farine artigianali e abbiamo insegnato ai bambini presenti qualcosa della preparazione, fra divertimento e qualcosa di utile e interessante. Un bel banchetto con alcuni prodotti, come pane, taralli e pasta fresca ha accolto i visitatori tra fiori e le mimose.

Un piacere essere parte di un’iniziativa che ha avvicinato i curiosi e i più piccoli all’arte delle cose semplici ma importanti, in un percorso storico molto ampio che illustra i ruoli e le attività femminili almeno dalla Magna Grecia al Medioevo fino ai giorni nostri; riscoprendo figure femminili che hanno animato e hanno segnato importanti tappe della vita del Castello.

Toccando il ruolo della Dama di Corte e la figura di Bianca Lancia d’Agliano, l’amore discusso dell’Imperatore Federico II, edificatore di questo e di tanti castelli di Puglia, incluso l’ottagonale Castel del Monte; oppure la Principessa Maria Emanuela Caracciolo che adattò varie zone del Castello a zone residenziali e ne eseguì il restauro.

Attraverso un giro delle tre sale museali la visita guidata, attraverso i reperti presenti, ha mostrato la rappresentazione di ruoli femminili, da quello materno a quello guerriero delle antiche Amazzoni. Tante le curiosità spiegate, dove la donna, moglie, madre o stratega alle spalle o a fianco di uomini importanti è anche la dispensatrice di vita e di cibo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *